Torna all'elenco

News

Roma: torna la tassa sul turismo

domenica  03 gennaio 2010

Il 1 gennaio, fra mille polemiche, é ri-entrata in vigore a Roma una tassa abolita da oltre 20 anni

Sono ormai passate 24 h, e a caldo si possono raccogliere le prime vere considerazioni.
Mentre il Vicesindaco Catrufo ribadisce che non si tratta di una vera tassa, quanto di un "contributo" necessario. Puntualizza ancora che la decisione é stata presa perché Roma "non é una cittá come le altre, e' la terza citta' in Europa per numero di arrivi - precisa - tanto che accoglie 28 milioni di ospiti, cioe' 10 volte il numero dei residenti in citta', ed e' ovvio e - risottolineo ovvio - che queste 28 milioni di presenze contribuiscano con un 1/3 euro al pagamento dei servizi e al loro mantenimento''.
Prosegue il Vicesindaco "Deve anche essere chiaro che non si tratta di una tassa sugli alberghi: la paga anche chi sale su un bus turistico, o chi prende un battello, o chi visita un Museo".

Insomma non é una tassa ma é un contributo (n.d.r. una distinzione talmente sottile da sembrarci ridicola). L'unica cosa assolutamente certa é che la tassa (ops, contributo!!)  andrá a gravare su turisti italiani e stranieri... ma soprattutto rischia di rendere Roma-Capitale una meta meno competitiva e quindi piú esposta e piú fragile. In sostanza un pericolo boomerang.

Riepilogo pagamento (i prezzi s'intendono procapite):
 - negli hotel a 4 e a 5 stelle il contributo é fissato a 3 euro/a notte per un massimo di dieci notti.
 - per tutte le altre strutture ricettive (dagli hotel a 2 o 3 stelle, dagli affittacamere ai B&b, dagli appartamenti presi in affitto per le vacanze agli agriturismi) il contributo a carico del turista sarà di 2 euro a notte per un massimo di dieci giorni.
- per i campeggi 1 euro a notte
- 1 euro in più dovranno pagarlo anche i turisti non residenti che prenderanno un bus sightseeing o un battello sul Tevere.

Sono esenti dal pagamento del contributo i residenti che trascorrono la notte in hotel, gli accompagnatori di gruppi superiori alle 25 persone, i turisti malati e i loro acompagnatori o coloro che sono a Roma per effettuare particolari terapie. In caso di minori malati, saranno esonerati entrambi i genitori.

Inoltre...
- 1 euro dovranno pagare anche i non residenti di Roma per frequentare gli stabilimenti balneari di Ostia ... dei quali, per inciso, moltissimi fanno giá pagare un biglietto di accesso alla spiaggia contravvenendo alle leggi sul demanio pubblico come gia evidenziato da servizi-scandalo de Le Iene, Report e Striscia la Notizia. Ci domandiamo se questo non sia altro che un'escamotage attuati per tentare di legalizzare una situazione di totale illegalitá.

Ultima considerazione: in soli 2 giorni dall'entrata in vigore sono giá stati stilati i primi calcoli (seppur approssimativi) che parlano di oltre 200mila euro giá entrati nelle casse del comune.



Janhara.com
Monica



 
Aggiornamento del 11.01.2011
Aggiornamento del 14.01.2011
Aggiornamento del 30.01.2011